UMAMI BUDDHA BOWL

Ancora una volta scrivo di comfort food…si però “my way” non dolcetti ma il mio amatissimo umami Buddha bowl. Un pasto completo e bilanciato con il meglio dei superfoods sempre disponibili nella mia dispensa: quinoa, batate, alga kombu, shiitake, uova bio, anacardi, semi di zucca…etc!

quinoa umami bowl
quinoa umami Buddha bowl

Una bowl è una ciotola e la radice del nome “Buddha bowl” può avere un paio di spiegazioni:

nel primo caso si narra che Buddha, nelle sue peregrinazioni portasse con sé una ciotola per il cibo (da qui bowl) per farsela riempire, appena giunto in un villaggio, con qualunque alimento di tipo vegetariano.

la seconda teoria fa risalire il nome della scodella alla sua forma, simile all’ampio ventre di Budai, un monaco cinese del X secolo le cui rappresentazioni vengono spesso confuse con quelle di Buddha.

Ingredienti:

  • quinoa
  • batate (patate dolci americane)
  • funghi shiitake
  • alga kombu
  • anacardi
  • semi di zucca
  • uovo bio
  • aglio nero fermentato
  • curcuma
  • olio evo
  • sale alle erbe
quinoa umami bowl

Perché ho chiamato questo mia buddha bowl umami?

La maggior parte dei suoi ingredienti sono alla base del sesto gusto (oltre al dolce, salato, acido, amaro e piccante) percepito dai recettori della nostra bocca: l’umami. Umami in giapponese significa “saporito” e dal punto di vista chimico si riferisce al Glutammato Monosodico.

Questo elemento è un amminoacido presente in natura che si trova in diversi cibi e specialmente in alimenti ricchi di proteine animali, ma anche in vegetali come l’alga kombu, i funghi shiitake e un fermentato di soia e riso come il miso. La tostatura delle verdure insieme a un trio di ingredienti ricchi di umami (miso, funghi shiitake e alga kombu) conferiscono a questo brodo un sapore profondo 

quinoa umami bowl

L’umami è stato scoperto per la prima volta in Giappone da un certo Dr. Ikeda che nel 1908 isolò il Glutammato e lo indicò come fonte di sapore di un brodo tipico giapponese preparato con le alghe marine konbu, i vegetali che contengono i più alti livelli di glutammato in natura.

quinoa umami bowl

Carboidrati molto digeribili come la quinoa e le Batate ingentiliscono la mia umami buddha bowl e le ottime proteine dell’uovo cotto a bassa temperatura, i grassi e gli omega 3 degli anacardi e dei semi di zucca ci regaleranno la piacevole croccantezza e per concludere il grande potere probiotico dei fermentati come l’aglio nero e il miso completeranno un’esperienza gustativa impagabile.

Tags: ,

Autore:@erikacoromerchef

Sono nata il 14 aprile. Il mio spirito creativo ed eclettico mi spinge sin dall'infanzia ad accostare pentole e alambicchi dividendomi tra la farmacia e la cucina. Amo giocare con il cibo. Fluttuo gioiosamente tra il mangiar sano ed il piacere di mangiare. Credo in una cucina consapevole, fantasiosa e colorata intrisa di arte, scienza e curiosità.

Seguici su....

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

ancora nessun commento

Scrivi la tua risposta