Melone brûlée con salsa alla menta

Melone brûlée con salsa alla menta

Un melone retato maturo

Zucchero di canna bianco biologico

Per la salsa alla menta:

50 g         menta freschissima

 25 g        zucchero di canna bianco

Succo di 1/2 limone

 2 cucchiai di acqua

Sale q b

Preparazione

Lavate la menta e lasciatela stesa su un tovagliolo. Tritatela finemente con la mezzaluna (arnese rispolverato per l’occasione!) e mettetela in una terrina con un pizzico di sale, lo zucchero e, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno, aggiungete a poco a poco il succo di limone e l’acqua. Continuate a rigirare fino a che lo zucchero sarà perfettamente sciolto, e la salsa sarà omogenea e fluida.

Questa è una variante della classica ricetta inglese per preparare la salsa alla menta che è servita in genere con l’arrosto di agnello, in questo caso ho sostituito con il succo di limone l’aceto.

Affettate il melone a spicchi e adagiateli sul piatto di fianco. Spennellate con la salsa alla menta e spolverizzate il tutto con lo zucchero di canna (consiglio di usare quello bianco biologico che ha meno retrogusto di melassa). Per ultimo accendete il cannello a butano, si proprio quello della crème brûlée, e dateci dentro fino a ottenere una bella crosticina croccante. Servite con qualche fogliolina di menta fresca.



…un po’ di info “sane”:

Il melone è costituito da acqua per il 90 %, sono presenti inoltre proteine, lipidi, glucidi e fibra alimentare; per quanto riguarda i minerali troviamo il potassio, il ferro, il fosforo, e il calcio. Presenti anche la vitamina C, la niacina o vitamina B3 e in piccole percentuali la vitamina A.

Le proprietà e i benefici del melone sono numerosi: sicuramente ha proprietà dissetanti, diuretiche e rinfrescanti; la presenza di vitamina A conferisce al melone proprietà antiossidanti in grado di apportare benefici nel contrastare l’attività nociva dei radicali liberi. Un’altra Vitamina molto importante, anch’essa antiossidante, è la Vitamina C. La Vitamina C oltre all’azione Antiossidante partecipa alla formazione del Collagene, utile per la guarigione da ferite, traumi, tagli e ustioni. Oltre alle Vitamine A e C, nel Melone sono presenti elevate quantità di Vitamine del gruppo B. Tra queste, la Piridossina (Vitamina B6) favorisce l’utilizzazione dei carboidrati, dei grassi e delle proteine ed è un utile regolatore del Sistema Nervoso. La carenza di Vitamina B6 può produrre, tra gli altri sintomi, nervosismo, irritabilità, disturbi del sonno, difficoltà di apprendimento e debolezza muscolare.  La Vitamina B3 (Niacina), anch’essa presente nel Melone, aiuta a mantenere bassi i livelli di Colesterolo nel sangue, a regolare la pressione arteriosa, a proteggere l’apparato digerente e a mantenere la pelle in salute. 


Il cannello a butano

Il mio preziosissimo cannello a butano arriva direttamente dagli Stati Uniti e quando dico, direttamente, intendo che è arrivato viaggiando in Business. Durante un viaggio di lavoro mia cognata Annamaria (cuoca, blogger e non solo…La cucina di QB)lo vide in una vetrina dell’aeroporto di Chicago e, poiché all’epoca in Italia non era così semplice da trovare, decise di comprarmelo. Idea eccellente sennonché il cannello, date le sue modeste dimensioni, finì in borsa, il bagaglio consegnato al check-in e Annamaria con borsa e cannello direttamente all’imbarco. E’ facile immaginare lo sconcerto degli agenti nello scoprire che questa bella ed elegante signora italiana all’interno della sua firmatissima borsa trasportava una “quasi pistola” per altro caricata con un gas sotto pressione! Solo la maestria di Annamaria nell’illustrare i molteplici impieghi nell’arte dolciaria di questo strano accrocchio evitò l’incidente diplomatico o addirittura il sequestro di tutto il bagaglio della comitiva.
E fu così che il mio cannello riuscì ad attraversare l’Atlantico sorseggiando champagne su un comodo sedile della Business Class Alitalia.
P.S. Dopo pochi mesi dal fatto il “Cannello per crème brûlée” divenne facilmente reperibile nelle migliori ARMERIE!!!



Tags: , , , , , ,

Autore:cuocapaglia

Sono nata il 14 aprile. Il mio spirito creativo ed eclettico mi spinge sin dall'infanzia ad accostare pentole e alambicchi dividendomi tra la farmacia e la cucina. Amo giocare con il cibo. Fluttuo gioiosamente tra il mangiar sano ed il piacere di mangiare. Credo in una cucina consapevole tuttavia fantasiosa e colorata intrisa di arte, scienza e fantasia.

ancora nessun commento

Scrivi la tua risposta