frittatona antiaging

 

frittatona detox

frittatona antiaging

frittatona antiaging con cipolle tropea. grazie al loro contenuto di antociani resi biodisponibili attraverso una lenta rosolatura in olio d’oliva.

Finite le vacanze, non ci sono più alibi. Fatta anche la marcia benefica. Sono  pronta a ripartire con i miei piatti veloci, sani e buonissimi!

Non lasciatevi illudere dalla semplicità della foto…il piatto è ancora  più  semplice!

Le uova mi fanno stare bene, mi riconnettono con il mondo e mi danno una  buona parte delle proteine di cui il mio corpo necessita. Fresche, bio, in giuste  quantità…non me le togliete!

Il segreto #antiaging di questo piattino si ritrova nel leggero sofrittino di cipolle  tropea che prepara la mia fantastica antiaderente Risolì all’arrivo delle uova  rigorosamente bavose.

Le cipolle tropea sono ricche di polifenoli

Perché è ricca di antocianine (composti polifenolici solforati appartenenti alla famiglia dei flavonoidi).

come scrive la mitica Chiara  Manzi, la loro cottura ne aumenta la biodisponibilità. Per cui becchiamoci  questo carico di antocianine magari bevendoci pire un buon succo di mirtilli!

Le cipolle sono composte per il 90% di acqua, 1% di proteine, pochissimi grassi e alcuni elementi minerali di rilievo quali potassio, calcio e fosforo (tabella 1). La porzione glucidica è formata soprattutto da zuccheri semplici e da una piccola quota di fibra costituita soprattutto da fruttani (un polimero del fruttosio) che dal punto di vista nutrizionale riveste importanza in quanto essendo uno polisaccaride indigeribile è substrato per la flora batterica intestinale. Questo fa sì che l’equilibrio della flora batterica intestinale venga spostato a favore della flora bifida (a scapito di quella putrefettiva) con documentati risvolti benefici sulla salute.

 

 

 

 

Tags: , , , , , ,

Autore:cuocapaglia

Sono nata il 14 aprile. Il mio spirito creativo ed eclettico mi spinge sin dall'infanzia ad accostare pentole e alambicchi dividendomi tra la farmacia e la cucina. Amo giocare con il cibo. Fluttuo gioiosamente tra il mangiar sano ed il piacere di mangiare. Credo in una cucina consapevole tuttavia fantasiosa e colorata intrisa di arte, scienza e fantasia.

ancora nessun commento

Scrivi la tua risposta